• Avvocato Rotale Santa Chiara

Il tribunale della Rota Romana

sacra rota

Il Tribunale Apostolico della Rota Romana, detto comunemente “Sacra Rota”, è sito in Roma alla Piazza della Cancelleria n. 1. E’ Tribunale d’appello che giudica:

  • in seconda istanza (istanza facoltativa), le cause giudicate dai tribunali ordinari di prima istanza e deferite alla Santa Sede mediante legittimo appello;
  • in terza o ulteriore istanza (istanza obbligatoria), le cause già giudicate dalla stessa Rota Romana e da qualsiasi altro tribunale di appello, tranne che la cosa non sia passata in giudicato;
  • in prima istanza le cause di cui al can. 1405, § 3, ed altre cause che il Romano Pontefice sia di sua iniziativa che su richiesta delle parti abbia avocato al suo tribunale ed affidato alla Rota Romana;
  • è infine tribunale d’appello per il Tribunale Ecclesiastico della Città del Vaticano.

È chiamato Tribunale della Rota (ruota) molto probabilmente perché originariamente i giudici, chiamati “uditori”, si riunivano in una stanza rotonda per giudicare le cause.
È il Papa che nomina sia il Decano della Rota che i giudici uditori.

La Rota è la più alta corte d’appello, ma non è la corte più alta in grado; se infatti agisce erroneamente, contro le sue decisioni è ammesso il ricorso al Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, il più alto Tribunale della Chiesa al di fuori del Papa stesso.
Presso detto Tribunale possono patrocinare esclusivamente gli Avvocati Rotali che devono avere conseguito l’omonimo diploma presso lo Studio Rotale.
In Rota, ove giungono le cause non solo italiane ma di tutto il mondo, la lingua utilizzata è il latino; pertanto sia gli atti di causa che le sentenze sono redatte esclusivamente in latino.

Gli avvocati rotali

avvocato rotale

Rilevante funzione dell’Avvocato Rotale è quella di verificare in via preliminare, previo approfondito colloquio con l’interessato, se nel caso concreto vi siano i presupposti per l’introduzione di una causa di nullità matrimoniale innanzi ad un Tribunale della Chiesa e si vi siano anche i necessari supporti probatori, quali prove testimoniali e documentali, al fine di provare nel corso del processo quanto asserito.

Gli Avvocati Rotali sono abilitati ad esercitare presso qualunque Tribunale Ecclesiastico del mondo, presso il Tribunale Apostolico della Rota Romana ed il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

L’ambito diploma di Avvocato Rotale si consegue dopo un aver frequentato il corso triennale di studi presso lo Studio Rotale, adiacente al Tribunale della Rota, ove vengono insegnate: giurisprudenza rotale, prassi giudiziale, psichiatria, psicologia, antropologia, diritto amministrativo canonico, diritto orientale canonico e deontologia.

Per accedere allo Studio Rotale è necessario superare il previo esame di ammissione, che consiste nella traduzione dal latino di parte di una sentenza rotale e nella risposta a quesiti relativi al diritto matrimoniale e processuale canonico. Anche per la risposta ai quesiti può essere richiesto l’utilizzo esclusivo della lingua latina.

Le lezioni presso lo Studio Rotale vengono impartite dagli stessi giudici del Tribunale della Rota prevalentemente in lingua latina; anche i compiti (veri e propri atti giuridici), che devono essere redatti dagli studenti durante il corso degli studi, devono essere scritti in latino. Per superare gli esami annuali bisogna avere sostenuto con esito positivo i compiti mensili assegnati e solo dopo aver superato gli esami annuali si può accedere all’esame per il diploma.

Presupposto per l’ammissione all’esame per il diploma di Avvocato Rotale è inoltre il conseguimento della Laurea in Diritto Canonico presso una Università Pontificia.

L’esame per il diploma è estremamente difficile: in sole 12 ore continuative bisogna leggere tutti gli atti di un fascicolo e redigere, ovviamente in latino, un votum pro rei veritate, ovvero un parere giuridico, con il solo ausilio di un vocabolario e di un codice non commentato.

L’esame, se non superato alla prima volta, può essere ripetuto soltanto una seconda volta, dopo però avere nuovamente frequentato la materie di giurisprudenza del primo e del terzo anno dello Studio Rotale. Soltanto dietro richiesta di grazia, si può essere ammessi a sostenere l’esame per la terza volta.

Inutile dire che il numero dei promossi è veramente esiguo. In tutto il mondo il numero degli Avvocati Rotali è di circa 250.

Avvocati canonisti

Si ritiene inoltre utile precisare che, oltre agli Avvocati Rotali, tra gli avvocati canonisti vi sono:

  • Avvocati Esperti: sono coloro che hanno soltanto la laurea o la licenza in diritto canonico, non hanno frequentato o terminato il triennio presso lo Studio Rotale e non hanno conseguito il diploma di Avvocato Rotale. Non possono patrocinare né in Rota né innanzi al Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. Per poter patrocinare presso i Tribunali Ecclesiastici territoriali necessitano di approvazione ad casum dal Moderatore del Tribunale.
  • Avvocati Approvati: sono coloro che sono privi di qualsiasi titolo accademico e che possono patrocinare solo previa approvazione del Moderatore del Tribunale.
  • Patroni stabili: sono prevalentemente Avvocati assunti dai Tribunali ecclesiastici a cui chiunque può rivolgersi per una consulenza o una causa di nullità. Sono pagati direttamente dal Tribunale, pertanto la parte non deve loro corrispondere un onorario per l’attività svolta; pagherà, soltanto se procederà alla causa, al pagamento dei relativi costi.
STUDIO LEGALE BRUNO AVV. CHIARA | 10/2, Via Ferrarese - 40128 Bologna (BO) - Italia | P.I. 01996781207 | Tel. +39 051 375252 | Fax. +39 051 375252 | chiarabruno@inwind.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy